Serravalle e dintorni...

ESCLUSIVE

TORINO: MARCO TRAPELLA ALLE OLIMPIADI INVERNALI 2006


Marco Trapella

Torino - Un pezzo di Serravalle era alla cerimonia di inaugurazione delle Olimpiadi invernali di Torino. Tra gli sbandieratori del Palio di Copparo presenti alla manifestazione c'era il serravallese Marco Trapella che vestiva i colori del Rione Mota. La foto e la notizia ci sono state fornite direttamente dal Rione Mota.
(per info www.rionemota.it )

Marco Trapella, 17 anni.
A quindici comincia la carriera di sbandieratore nel Palio di Serravalle, sotto la guida di Nicola Gentili, responsabile del gruppo dal 2003 al 2005, anno in cui l'Ente Palio ha fermato la sua attivitą paesana.
Nell'anno 2004, Trapella e Gentili vengono notati, ed invitati a sbandierare presso la Contrada "Dčzima" di Copparo, con la quale crescono professionalmente nel giro di pochissimo tempo. Partecipano a diverse gare sul territorio, e ad uscite importanti.
Da ricordare la partecipazione, nello stesso anno, ai giochi delle bandiere copparesi.
Nell'anno 2006, la partecipazione di Marco Trapella alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi 2006 di Torino. Pur appartenendo al rione Dčzima, veste il costume del Mņta, comunque con spirito sportivo.
Per tutti, Marco č l'esempio di come, da sempre, il Palio di Serravalle sia riuscito ad instillare in tanti ragazzi la voglia di crescere, nello spirito e nella motivazione alla sfida, alle competizioni, con sč stessi e con gli altri, per raggiungere ottimi risultati.
Uno sbandieratore giovane, che ci fa capire quanto sia stato importante quel contenitore che č stato il nostro Ente, contenitore di tradizioni, di divertimento, ma anche di grande professionalitą. Professionalitą che a buon titolo si č dimostrata in questa occasione, e che deve necessariamente continuare a crescere, in sintonia con le esigenze della popolazione giovane del nostro paese, che ha tanto bisogno di ritrovare luoghi sani dove poter investire il proprio tempo in maniera soddisfacente per la propria societą, ma soprattutto, per se stessi.

Alessandro Raminelli


15.2.06