Serravalle e dintorni...


BERRA, ANCORA FURTI DI RAME AL CIMITERO
 


Il cimitero di Berra

 ARTICOLO ORIGINALE

Berra. Pare non fermarsi l'incursione notturna dei ladri nel cimitero di Berra, con furti continui delle grondaie di rame. Anche in questa settimana, per la terza o quarta volta, tanti sono stati i furti dall'inizio di febbraio ed ormai incontrollabili, i ladri hanno portato via un po' di rame, dalle cappelle private e da quelle di proprietà dell'amministrazione comunale.

Un fatto che fa molto arrabbiare e molto riflettere e che nonostante le denunce fatte alle autorità competenti locali "non ne caveremo un ragno dal buco" commentano i proprietari delle cappelle che, come previsto dal regolamento, assumono una valenza privata e quindi dovranno ripristinare il danno a loro spese.

Anche l'amministrazione comunale dovrà provvedere al ripristino: come ha già anticipato l'assessore ai lavori pubblici Filippo Barbieri "questa volta monteremo pluviali in plastica, meno costosi del rame" e quindi meno appetibili per i ladri.

Il cimitero di Berra ha una entrata principale che si affaccia su via Piave, a poche decine di metri dal centro del paese; dopo l'ingresso un vialetto di poche centinaia di metri che porta al cimitero. Qui gli ingressi del cimitero sono diversi e tutti facilmente accessibili, perché alcuni privi di cancello.

Quindi, pur avendo ufficialmente un solo ingresso, il raggiungimento del cimitero può avvenire facilmente da diversi punti, facilitando il "lavoro" dei ladri. Gli amministratori, come in ogni caso, invitano i cittadini a segnalare alle autorità competenti eventuali movimenti sospetti per cercare di arginare questi incresciosi furti che, più che un danno economico, che sicuramente non è da sottovalutare, rappresentano un danno morale perché effettuato dentro un luogo di culto. (d.m.)


1.3.15                  Contatore visite