Serravalle e dintorni...

 

MALTEMPO, STATO DI ALLARME NELLE PROVINCE DI RAVENNA RIMINI FORLI-CESENA E FERRARA
- 6 FEBBRAIO 2015 -


Portogaribaldi
Aggiornamento maltempo - Allarme della Protezione civile per mare e criticità idraulica a Ravenna, Rimini, Forlì-Cesena e Ferrara. Ulteriore rischio mareggiate. Prevista da oggi pomeriggio un'attenuazione di pioggia e neve. Segnalati ingenti danni. Comune di Cesenatico temporaneamente isolato, da Ravenna a Riccione evacuate 19 persone


Bologna - È scattato stamattina alle 8  lo stato di allarme della Protezione civile regionale per mare e criticità idraulica nelle province di Ravenna, Rimini e Forlì-Cesena, ed è stato appena emesso quello per la provincia di Ferrara.
Resta alta la guardia soprattutto per le mareggiate sulla costa: il centro funzionale Arpa prevede tra questa notte e domattina un possibile ulteriore rischio, mentre sul territorio regionale è attesa un’attenuazione dei fenomeni di pioggia nelle aree di pianura e di neve in montagna da oggi pomeriggio.
I danni più significativi si sono rilevati sulla costa. Da Ravenna a Riccione, a causa dell’allagamento di alcune abitazioni, sono state evacuate 19 persone, portate in luoghi sicuri individuati dalle amministrazioni comunali con il supporto del volontariato di Protezione civile.
Sono segnalati ingenti danni per l’ingressione delle acque in molti comuni del litorale per effetto delle mareggiate, del forte vento e delle precipitazioni. Il Comune di Cesenatico è temporaneamente isolato per via di diffusi allagamenti sulle arterie stradali; pesanti allagamenti anche a Cervia, Milano Marittima, Lidi di Dante e Savio, Porto Garibaldi nel Ferrarese. Al Centro operativo regionale della Protezione civile sono giunte segnalazioni di caduta di alberi, distacchi e interruzioni della rete elettrica e della fornitura del gas in molti comuni della regione. La Protezione civile è in contatto con Enel per favorire il ripristino delle utenze, e i suoi centri logistici regionali sono ancora al lavoro con idrovore, pompe e mezzi di pronto intervento. Sono oltre 130 i volontari tuttora impegnati sul territorio regionale.
Prosegue 24 ore su 24 il presidio della Protezione civile iniziato il 3 febbraio, giorno in cui è stata emessa la prima allerta per maltempo. Costante è l’informazione e il raccordo con il sistema degli Enti locali e delle  strutture operative come Comuni, Prefetture, Amministrazioni provinciali, Servizi tecnici regionali, Consorzi di bonifica, Vigili del fuoco, Corpo Forestale, 118, sanità regionale, società autostrade, aziende che forniscono servizi di pubblica utilità.

Comunicato della Regione Emilia Romagna


Allerta Meteo criticità idraulica

Nuova fase di attenzione diramata dalla Protezione Civile, che riguarda la pianura di Ferrara e Bologna. Situazione:Attivazione fase di Preallarme, visti i livelli idrometrici lungo le aste dei fiumi, le precipitazioni e gli allagamenti diffusi che hanno interessato il territorio, d'intesa con il Servizio tecnico di bacino Po di Volano e il Centro Funzionale ARPA SIMC e sentiti la Provincia di Ferrara e i comuni interessati, si attiva la fase di ALLARME

Si raccomanda a chi risiede o svolge attività in aree individuate a rischio di mettere in atto le necessarie preindividuate misure di autoprotezione e di mantenersi informati consultando le informazioni della Protezione civile.
 


6.2.15                  Contatore visite