Serravalle e dintorni...

 

BERRA, FURTI E VANDALISMO PER IL PUNTO DI RISTORO VICINO AL TRAGHETTO
- EDIFICATO DA QUALCHE ANNO NON E' MAI STATO "TRANQUILLO" -


 

 

 
Berra. Noi non siamo, certamente, una zona turisticamente attraente. O meglio, siamo attraenti solo per chi ci conosce. Chi non ci conosce non ci prende neppure in considerazione. Noi "indigeni" lo sappiamo e viviamo beatamente senza sentire minimamente la mancanza della confusione turistica. Anzi se per caso qualche attrazione fosse, malauguratamente, presente, state sicuri che dura poco.

Lo abbiamo constatato negli anni scorsi. Tutte le iniziative, non mangerecce, di farci conoscere hanno abortito bellamente nell'arco di pochi anni. La zona "turistica" della Porta del Delta di Serravalle è ancora presente perchè è dotata di un ristorante dove si mangia bene e si spende poco e perchè ha ingurgitato una marea di soldi pubblici per la manutenzione.

Tutto quello che viene lasciato alla cura della "gente" sta tranquillamente disfacendosi con spreco dei soldi di tutti. 

Facciamo un esempio per tutti. Sull'argine del Po di Berra, nei pressi del vecchio traghetto, à stato posizionato un punto di ristoro molto bello e anche di un certo valore dal punto di vista economico. Situato in una posizione ideale era stato dotato di fontana pubblica e tavolo con panche incorporate e sovrastato da una tettoia per ripararsi dall'acqua. Una squisitezza che si inseriva nel tragitto (turistico) della "destra Po" e permetteva di fare una sosta guardando il grande fiume e, magari, facendo uno spuntino ristoratore. Insomma un punto di ristoro dotato di ogni comodità.

Ebbene nel giro di poche settimane è stato rubato il piano del tavolo in legno massiccio. Dopodichè si cominciò a "disturbare" il resto dei manufatti e così via.

Il Comune di Berra sostituì il piano del tavolo con legno economico e provvide a fissare al pavimento tutti i manufatti che potessero essere appetibili da ladri di "miserie".

La situazione attuale vede un "punto di ristoro" che ricorda l'antico splendore e che ci fa sperare sempre di meno nel futuro di questo paese.

(Riproduzione Riservata)


23.1.15                  Contatore visite