Serravalle e dintorni...

OTTO NOSTRI PICCOLI COMPAESANI STUDIANO... ANCHE IL KARATE
- PICCOLI ATLETI CRESCONO -


 


 

 

 

 

 

 

 

Un nutrito gruppo di nostri giovanissimi compaesani, di età dagli otto ai tredici anni, che frequentano le scuole elementari del nostro paese, hanno deciso di praticare una disciplina sportiva fra le più toste e impegnative: il Karate.

Per gli allenamenti periodici, accompagnati dai loro genitori, ai quali va riconosciuto sicuramente il merito per il pressante e costante impegno profuso, frequentano la palestra polivalente di Ariano Polesine. Lì, la società “Alleanza Sportiva Italiana” (regolarmente riconosciuta dal CONI), organizza appunto una scuola di Karate, guidata e coordinata dal maestro Roberto Moretto.

Questi i nomi dei nostri piccoli atleti e la categoria già acquisita (vedi colore cintura):

Rovesti Gabriel - anni 13 - Cintura BLU
Naldi Francesco - anni 12 - Cintura VERDE
Lemos Da Silva Ketlen - anni 11 - Cintura BIANCA
Balboni Emma - anni 9 - Cintura VERDE
Fonsatti Andrea - anni 9 - Cintura GIALLA
Naldi Raffaele - anni 9 - Cintura VERDE
Galuppi Mattia - anni 8 - Cintura GIALLA
 

Bene, questa nutrita compagine serravallese, insieme ad altri compagni di corso residenti ad Ariano Polesine e paesi limitrofi, ha già cominciato a mietere diversi successi nelle gare alle quali ha partecipato.

In particolare nell’ultima, del 7 dicembre 2014, a Noale di Venezia, nell’ambito del 12° “Campionato Nazionale Giovanile”, i nostri giovani atleti hanno conquistato 2 Medaglie d’Argento e 2 di Bronzo e precisamente:

Balboni Emma - Spec. KATA - Medaglia d’Argento
Naldi Francesco - Spec. KUMITE’ -  Medaglia d’Argento
Rovesti Gabriel - Spec. KUMITE’ - Medaglia di Bronzo
Naldi Francesco - Spec. KATA - Medaglia di Bronzo

Nella stessa giornata si è aggiudicato una ulteriore Medaglia d’Argento anche Abelli Dario, di Ariano Pol., nella specialità KUMITE’.

Che dire: i primi grandi successi di “Piccoli Atleti” che stanno crescendo.Bravi ragazzi! Bravi veramente per l’impegno e la volontà vostra e delle vostre famiglie: continuate così e non mollateci.

(Leonardo Peverati)


24.12.14                  Contatore visite