Serravalle e dintorni...

BERRA: INIZIA LA CONSEGNA DEI SACCHI PER IL PORTA A PORTA
- DA LUNEDI' 14 GENNAIO 2013 -

 

Berra. A Berra inizia lunedì 14 gennaio il giro di consegne della fornitura annuale dei sacchi per la raccolta porta a porta dei rifiuti.

Gli operatori Area passeranno casa per casa e azienda per azienda a consegnare gratuitamente la nuova dotazione. A chi non viene trovato, dopo due tentativi gli operatori lasceranno un avviso con l’indicazione delle giornate e dei luoghi in cui il cliente potrà ritirare la propria fornitura, portando con sé lo stesso avviso.

Per le famiglie la dotazione è proporzionata al numero di persone che compongono il nucleo famigliare e dimensionata sulla produzione di rifiuti media annuale. La prossima distribuzione a domicilio sarà quindi effettuata tra un anno.

Gli utenti che finiscono i sacchi in anticipo rispetto alla prossima consegna annuale (cioè prima di gennaio 2014) potranno utilizzare per i rifiuti non riciclabili, per gli imballaggi in plastica/lattine e per l’erba, i normali sacchi neutri trasparenti (non sacchi neri né sacchi colorati) che si trovano in commercio. Per l’organico è obbligatorio usare dei sacchetti biodegradabili e compostabili: oltre a quelli forniti da AREA si possono usare le sportine della spesa, se hanno il marchio che ne attesta la compostabilità, oppure i sacchetti in mater-bi in commercio.

Per chi preferisce utilizzare in ogni caso sacchi marcati Area, le forniture extra saranno a pagamento. Per avere i sacchi aggiuntivi bisognerà recarsi nei punti di consegna che Area organizzerà a partire da agosto. I costi dei sacchi aggiuntivi sono consultabili sul sito web www.areacopparo.it e presso tutte le sedi aziendali.

A Berra il porta-a-porta è partito nel febbraio 2011 e in questi due anni i cittadini berresi hanno dato dimostrazione di essersi perfettamente ambientati nel nuovo sistema.  A metà dello scorso dicembre Legambiente ha tra l’altro premiato il Comune di Berra per il primo posto ottenuto nella più importante delle classifiche di “Comuni Ricicloni Emilia-Romagna”, quella che riguarda i comuni con minori quantitativi di rifiuti smaltiti. Grazie al loro impegno individuale nel separare i rifiuti, i cittadini di Berra hanno infatti mandato allo smaltimento finale (cioè all’inceneritore) solo 99 kg di rifiuti a testa: tutto il resto è stato avviato a recupero.

Un risultato storico, soprattutto se si considera che finora nessun comune della provincia di Ferrara si era mai nemmeno affacciato ai primi posti di quelle classifiche. Un riconoscimento che va attribuito proprio alla diligenza dei cittadini e che conferma la validità del porta-a-porta come strumento in grado di affrontare efficacemente il problema rifiuti e portare benefici ambientali.

Fonte Estense.com


12.1.13