Serravalle e dintorni...

SERRAVALLE: FESTA DELLA DONNA ALLA CASA DI RIPOSO
- 11 MARZO 2012 -


Componenti della Comm. Pari Opportunità insieme a suore e personale

Ospiti della Casa di Riposo

Le ospiti ascoltano l'assessore Giuseppina Favaron

A Serravalle una domenica nel ricordo - Canti e divertimenti per la Festa della donna in Casa di riposo

Serravalle. Un pomeriggio nel ricordo e nell’allegria è stato quello passato alla casa di riposo ‘Attilio Capatti’ di Serravalle, nella giornata soleggiata di domenica 11 marzo. L’iniziativa è stata organizzata dalla Commissione pari opportunità del Comune per celebrare la Giornata internazionale della donna, con lo scopo di far tornare vivo nelle persone presenti il ricordo delle conquiste e delle lotte che le donne di un tempo hanno dovuto affrontare.

«Abbiamo deciso di celebrare quest’anno la Festa della Donna alla Casa di riposo di Serravalle per ricordarci di una realtà sociale molto spesso erroneamente trascurata - afferma l’assessore Giuseppina Favaron -. realtà sociale che ha sempre lottato per i diritti della famiglia, dei lavoratori e della donna. E proprio grazie a queste lotte ora noi possiamo vivere nel mondo di diritti per cui loro hanno sempre combattuto».

Durante il pomeriggio di domenica si è potuto tornare indietro nel tempo attraverso i canti degli ospiti della struttura: canti partigiani, patriottici e gli immancabili canti d’amore per l’innamorato portato lontano dal cuore dalle guerre. Gli stessi ospiti sono stati poi intrattenuti dalle componenti della Commissione con interviste e battute scherzose e tutte le signore sono state omaggiate con un rametto di mimosa, fiore tradizionale della festa. «Non finiremo mai di ringraziare l’animatrice della Casa di riposo, Anna Cinzia Trapella, e gli Oss per la loro disponibilità nei confronti della nostra iniziativa. Un grazie di cuore va inoltre alle suore, sempre presenti nella struttura e nella vita degli ospiti», continuano alcune commissarie.

La giornata si è conclusa con il canto di un ospite della Casa di riposo, il signor Norberto, per omaggiare la Commissione e l’assessore Favaron: «Quel mazzolin di fiori che vien dalla montagna, bada ben che non si bagna perché lo voglio regalar…». Gli ospiti hanno poi continuano l’omaggio donando alle delegate comunali una primula ed una pergamena con un pensiero di Madre Teresa di Calcutta.


14.3.12