Serravalle e dintorni...

 

LIDO DI VOLANO: SCIOPERO FISCALE

 

Lido di Volano, l'entrata ai bagni
Lido di Volano

A Volano scatta lo sciopero delle tasse
«Nessuno qui fa manutenzione e noi non paghiamo più i servizi non fatti»

LIDO VOLANO. «Non pagheremo i canoni demaniali e le tasse sui rifiuti. Viviamo nella sporcizia, puliremo noi e non verseremo nemmeno un euro nelle casse delle amministrazioni». E' bufera al Lido di Volano. Ieri la cooperativa Gestione servizi turistici della Confesercenti ha inviato una dura lettera ai rappresentanti provinciali e comunali.

Il territorio del Lido di Volano ha avuto il pregio e la fortuna di non essere stato eccessivamente urbanizzato, cementificato, mantenendo una sua peculiarità ambientale e naturalistica, oggi sempre più apprezzata dal turismo che frequenta il litorale comacchiese. Ma anche l'ambiente necessita di un'adeguata gestione, per non presentarsi con un biglietto da visita che, anziché valorizzare il territorio, crea un danno alla sua immagine. In particolare nell'area del retrospiaggia, che è di pertinenza della Provincia di Ferrara, durante l'anno 2009 non è mai stato effettuato un solo sfalcio erba, con sterpaglie che ad oggi raggiungono l'altezza uomo, con relativo pericolo d'incendi e di proliferazione i animali nocivi (non solo zanzare, ma anche topi e rettili di ogni specie). Ma non solo. Anche in tutta l'area di accesso alla località balneare si riscontra una carenza di manutenzione ordinaria, quali lo sfalcio dell'erba degli argini e ai lati delle strade, la messa in sicurezza degli attraversamenti della pineta demaniale, marciapiedi inesistenti, fognature spesso ostruite, illuminazione carente e non manutenzionata, pulizia delle spiagge e quant'altro. A tutto ciò bisogna poi aggiungere lo stato dell'arenile, soggetto a continua erosione, con interventi di ripascimento (purtroppo insufficienti) da parte del Servizio protezione civile della Regione Emilia Romagna, e ben poco da parte del Comune di Comacchio, nonostante ci sia del materiale sabbioso disponibile. In queste condizioni la stagione turistico balneare non ha avuto un buon inizio e particolarmente si è data una pessima immagine della località, come più volte rimarcato dai turisti in occasione della Notte Rosa.

«Chiediamo quindi - chiude la nota - tanto alla Provincia che al Comune d'intervenire immediatamente: si tratta e nostro avviso d'interventi particolari e indispensabili, per i quali gli operatori turistici e commerciali del Lido di Volano non sono più disponibili a rinvii e false promesse. Altrimenti ci rifiuteremo di pagare il prezzo di servizi che non abbiamo e di cui non riusciamo ad usufruire», (an.bo.)

Tratto da La Nuova Ferrara


9.7.09