Serravalle e dintorni...


RO, INTERPELLANZA DI DANIELA SIMONI (GENTE DI RIVA DEL PO) RELATIVA AI MARCIAPIEDI NON FINITI
LA QUESTIONE E' ALL'ATTENZIONE DELLA CORTE DEI CONTI
 


Daniela Simoni

Ro. Il rifacimento dei marcialiedi a Ro rappresenta una delle "beghe" dell'ultima giunta Giannini. Lavori appaltati, iniziati ma mai finiti. Il consigliere di minoranza di "Gente di Riva del Po" Daniela Simoni presenta una interpellanza, per capire cosa sia successo e soprattutto come procederanno i lavori: il cantiere aperto sta provocando disagi e pericoli di sicurezza ai cittadini.

Intanto la Giunta Zamboni ha già preso in carico il problema ed  intende far terminare i lavori alla ditta che ha vinto l'appalto. Ne è testimonianza il fatto che l'amministrazione comunale ha già convocato la ditta che però non si è ancora presentata.

Ma ritorniamo da capo. La giunta Giannini, prima delle dimissioni del 31 dicembre 2018, doveva stipulare il contratto di appalto con la ditta appaltatrice: cosa mai avvenuta. Questo il motivo della legittima sospensione dei lavori da parte della ditta. Successivamente tutta la pratica è finita alla Corte dei Conti. Nell'ultimo Consiglio Comunale l'assessore ai lavori pubblici Filippo Barbieri, dando risposta all'interpellanza del consigliere Simoni, ha cercato di fare un po' di chiarezza.

"La sospensione dei lavori - ha spiegato Barbieri - è dovuta alla mancanza del contratto di appalto sottoscritto con la ditta esecutrice delle lavorazioni entro il 31/12/2018 da parte dell’estinto Comune di Ro; questo ha comportato da parte dei competenti uffici del Comune di Riva del Po l'avvio di un'analisi tesa a verificare le procedure di affidamento e di impegno di spesa sui lavori eseguiti.

Detti approfondimenti hanno portato a riscontrare una serie di criticità tali da sottoporre il tutto all'attenzione della Procura e della Corte dei Conti di Bologna. La Corte dei Conti sta ancora esaminando la pratica e la risposta non è ancora arrivata.

"In merito al termine dei lavori - ha ripreso Barbieri - l’amministrazione si è dichiarata disponibile nei confronti della ditta a definire lo stato di consistenza dei lavori, a verificare i provvedimenti necessari alla contrattualizzazione dell’importo dei lavori ancora da eseguire e di predisporre la relativa consegna, salvo in ogni caso le dovute verifiche".

Per concludere:"In merito a provvedimenti nei confronti dei responsabili di questi ritardi è intenzione di questa amministrazione attendere gli esiti della valutazione della Corte dei Conti in seguito ai quali saranno effettuate le opportune considerazioni”.

Soddisfazioni per la risposta sono state espresse dal consigliere Daniela Simoni, che con un pizzico di ironia ha detto: "Meno male che si è estinto il Comune di Ro: questo è un dato di cui tutti siamo fieri. Peccato che qui ci sono superstiti di quel comune; ma sicuramente faremo meglio di come abbiamo fatto".

Poi entrando nello specifico dei lavori ha concluso: "Sarò soddisfatta quando i marciapiedi saranno finiti".

(d.m.b.)


14.8.19