Serravalle e dintorni...


RIVA DEL PO, IL GRUPPO "DIFFERENZIATA QUANTO MI COSTI" RACCOGLIE 600 FIRME IN UNA SETTIMANA  PER "MANDARE A CASA CLARA"
ORA PAUSA PER FERRAGOSTO E POI SI RIPRENDE...

 


 
Riva del Po. Seicento firme raccolte in tutto il comune e molti suggerimenti propositivi. Questo in sintesi il lavoro svolto nella prima settimana da parte dei promotori "Differenziata quanto mi costi", un comitato spontaneo di cittadini, stanchi di dover pagare cifre esagerate a fronte di un servizio scadente e lacunoso.

"Nonostante il periodo di ferie la presenza dei cittadini è andata oltre le aspettative - commenta Caterina, la signora promotrice dell'iniziativa - abbiamo incontrato molta gente arrabbiata ma altrettanto lucida e propositiva. Molti i suggerimenti esposti, che accompagneranno le nostre proteste, come ad esempio una distribuzione dei sacchetti in ogni frazione, in date stabilite, in luogo stabilito di comune accordo. Oppure la raccolta dei rifiuti abbandonati ai lati delle vie come intervento di ordinaria manutenzione e non come intervento straordinario e molto altro".

Ora la raccolta firme si ferma, come spiega Caterina. "Visto il caldo insopportabile ed anche la settimana di ferragosto abbiamo deciso di fermarci, di prenderci una pausa. Riprenderemo l'ultima settimana di agosto, con la divulgazione di un calendario dettagliato dei luoghi della raccolta delle firme, come abbiamo fatto fino ad ora".

La ripresa della raccolta delle firme sarà accompagnata da altre iniziative. "Coinvolgeremo anche le attività commerciali - spiega Caterina - sicuramente più tartassate, con richieste assurde da parte di Clara, come ad esempio il lavaggio dei contenitori prima dello smaltimento, che comporta perdita di tempo".

"Abbiamo in programma la composizione di un Comitato Spontaneo di cittadini - prosegue Caterina - apartitico, pur ritenendo che per poter entrare in tutte le camere dei bottoni che servono per poter portare avanti questa iniziativa ci serva qualcuno che ci appoggi. Abbiamo comunque le nostre idee, i nostri propositi, che non saranno stravolti".

"Il programma futuro - conclude Caterina - è quello di presentare le firme raccolte a settembre/ottobre, con una iniziativa popolare: ogni iniziativa deve trovare consensi e presenza dei cittadini. Ma vorremmo andare anche oltre il comune: presentare le nostre dimostranze anche in regione".

Un gruppo determinato a portare avanti questa iniziativa, che riscontra ogni giorno maggior popolarità.

(d.m.b.)


13.8.19