Serravalle e dintorni...


SERRAVALLE, IL FORTUNALE DI AGOSTO HA DANNEGGIATO IL CAMPANILE...
MA NON E' LA PRIMA VOLTA

 


Campanile di Serravalle dopo il fortunale

Campanile di Denore

Particolare del campanile di Denore

Il fortunale dello scorso 3 agosto ha provocato alcuni danni anche al campanile di Serravalle. L’inclinazione della croce, della bandiera segnavento e della palla alla sommità della cupola ha destato preoccupazioni e timori di un crollo ed ha indotto la parrocchia e le autorità a recintare la base in attesa di un intervento risolutore.

Vediamo di ripercorrere la storia del nostro campanile anche perché non è la prima volta che si sono verificati danni a suo carico. Verso la fine del XIX secolo, Serravalle faceva parte ancora del Comune di Copparo.

Fu proprio negli anni dal 1877 al 1881 che avvenne la progettazione e costruzione del nuovo campanile. Ad ogni buon fine, comunque, la storia della sua costruzione bisogna ricollegarla a quella della chiesa, chiusa nel 1863 per minaccia di crollo. Il primo abate-parroco, don Angelo Malandri, ottenne dal Governo una promessa di contributo di Lire 5.000 ed un concorso del Comune di Copparo di Lire 10.000, in cambio della vecchia canonica da adibire a scuole elementari.

Don Malandri poté entrare nella nuova chiesa il 15 ottobre 1870. Ma l'esiguità dei fondi raccolti non gli permise di erigere gli altari e il campanile. La prima torre campanaria era crollata all'atto della demolizione della vecchia chiesa. Il Comune di Copparo incaricò il proprio ingegnere, il dott. Ladislao Cottica, della scelta della località più adatta per l'erezione della torre campanaria; con relazione tecnica del 10/12/1877, il Cottica segnalò la zona confinante con la strada Ariosta, lo scolo Re dei Fossi e la proprietà dei conti Giglioli, della superficie di metri quadrati 234.

Questa stessa superficie, così come risulta dal rogito del notaio Vassalli, era stata da qualche mese acquistata dal conte ad una pubblica asta ed era registrata nelle mappe censuarie al n. 617.

Il conte, venuto a conoscenza dell'intenzione del Comune di erigere la torre campanaria, con lettera del 18 ottobre 1877, indirizzata al Comune stesso, si dichiarò disposto a cedere il lotto occorrente per la costruzione del campanile, a condizione che da apposito Verbale risultasse la superficie del terreno da occuparsi, la sua ubicazione, i suoi confini, l'uso cui avrebbe dovuto servire e con la specifica finale che la cessione sarebbe avvenuta «senza corrispettivo perché Patrono della Chiesa di Serravalle e senza pregiudizio dei diritti a lui spettanti in tale qualifica»”.

I lavori al campanile, costruito tutto dall’interno e senza impalcature esterne, ebbero la loro conclusione con i primi mesi del 1881. Un anno prima erano state comprate le campane dalla Ditta De Poli di Vittorio Veneto e consegnate il 27 marzo 1882. Nel 1895 un furioso temporale fece cadere una delle quattro artistiche colonne di marmo bianco che erano state collocate ad ornamento degli angoli del tamburo ottagonale sulla cornice sopra la cella. Per evitare danni a cose e persone, il Comune rimosse le altre tre.

Possiamo avere una idea di come fossero guardando la fotografia del campanile “gemello” del nostro, quello di Denore. Anche questa torre è stata progettata nel 1893 dall’Ing. Cottica, con l’unica differenza che il campanile di Denore ha una appuntita cuspide, mentre il nostro ha una cupola, che nei lavori di restauro del 1978-79 è stata ricoperta di lamine di rame dalla ditta Nova-Res di Bassano del Grappa.


7.8.19