Serravalle e dintorni...


RIVA DEL PO, IL GIORNO DOPO IL DOWNBURST DI VENERDI' 2 AGOSTO, IN TUTTO IL COMUNE, SI CONTANO I DANNI
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Riva del Po. (dall'inviato Luccico) Il giorno dopo è sempre quello della conta dei danni. Si dice sempre così quando ci si alza dopo una giornata burrascosa.

Sabato mattina i cittadini del comune di Riva del Po si sono svegliati con il sole ed una temperatura mite, il che poteva presagire una bella giornata. Ma non è stato così perché la sera precedente un downburst (forti raffiche di vento e non tromba d'aria come molti riportano erroneamente) ha colpito l'intero comune. Il tutto si è consumato tra le 18 e le 18,30 di venerdi: 30 minuti di vero nubifragio, dove più che la pioggia è stato appunto il vento a provocare i danni.

A Serravalle la ditta GSG, torneria di precisione, si è vista portare via la copertura del capannone. E se non bastasse i pannelli sono andati a sbattere contro la cancellata e il balcone della casa di fronte, provocando altri danni.

A Berra un albero dal grosso fusto è caduto in via Vittorio Veneto chiudendo completamente il transito e facendo mancare l'energia elettrica: situazione che si è protratta fino alla tarda seratacdi sabato quando gli operai del comune e i Volontari della Protezione Civile di Ro hanno tagliato e rimosso il grosso fusto e successivamente i tecnici dell'enel hanno ripristinato il guasto elettrico.

Gli stessi Volontari di Protezione Civile erano intervenuti la sera di venerdì a Ro per spostare gli alberi caduti sulla strada. Ingenti i danni provocati al ristorante il Vento di Supa, con alberi caduti e materiale di ogni genere volato ovunque: anche qui sono intervenuti i volontari della locale protezione civile.

Senza dimenticare tutti i danni denunciati da privati cittadini dove l'abbattimento degli alberi e la scoperchiatura di capannoni l'ha fatta da padrona. Grandi ringraziamenti sono arrivati da parte dei privati che hanno ricevuto aiuto dai volontari e dai tecnici del comune nonché un ringraziamento da parte del primo cittadino Andrea Zamboni e tutta l'amministrazione a tutti quelli che di sono adoperati per il ritorno alla normalità e ai Volontari di Protezione Civile, che anche questa volta non si sono risparmiati per aiutare gli altri.


4.8.19