Serravalle e dintorni...


- Elezioni a Riva del Po -
RO, SERENA OCCHI DI "FUTURO ECO-COMPATIBILE" PRESENTA LISTA E PROGRAMMA AI CITTADINI
- GIOVEDI' 4 APRILE 2019 -

 


 

 
Ro. (dall'inviato Luccico) Tenendolo saldamente tra le dita la candidata “Sindaco Serena Occhi” ha spiegato, in modo dettagliato, il logo che accompagnerà la lista "Futuro-eco compatibile": così è iniziata l'avventura della lista da Lei guidata che si presenterà alla corsa nelle prossime elezioni amministrative di Riva del Po.

Puzzle, sole stilizzato e diramazione del fiume Po, come formare una coda, sono gli altri elementi che compongono il logo. Senza dimenticare la scritta "Lista Civica di Riva del Po". Un mix di disegni e parole molto significative per il nuovo territorio comunale. Il tutto dettagliatamente spiegato dalla candidata sindaco Serena Occhi, con seduti al suo fianco alcuni dei candidati: Francesco Aguiari (ex sindaco di Berra), Massimo Maranini (ex assessore di Ro), Stefania Bui (Presidente del consiglio uscente di Ro) e Martina Cozzi.

Davanti ad una esigua presenza di pubblico (tra le quali sono spiccate le fugacee presenze della candidata sindaco di "Basta Sprechi" Maria Cristina Felisatti e il candidato della lista "Insieme per Riva del Po" Paolo Manzoli) la candidata sindaco ha detto: “Siamo una lista civica composta da “giovani” e “vecchi” della politica perché riteniamo che servono nuove leve, nuove idee, ma affiancate da persone esperte nell’amministrare la cosa pubblica.

La candidatura è caduta su di me per dare un senso di continuità (vicesindaco della Giunta uscente) a quello che di positivo è stato fatto fino ad ora. Non vogliamo fare promesse faraoniche – ha puntualizzato Occhi – ma mirate, concrete e soprattutto fattibili, con il coinvolgimento dei cittadini”.

Poi, a proposito di continuità, ha detto: ”Due grandi progetti da portare avanti, il primo, con un investimento di 300mila euro, riguardante la costruzione di una isola ecologica, dove Clara inizierà a breve i lavori: verrà fatta in via Fazzina ad Alberone, zona centrale del comune Riva del Po; la seconda, da 900mila euro e riguarda il progetto “Mai più soli”, interrotto dal sindaco uscente Antonio Giannini perché dimissionario per la fusione”.

Non è stato presentato un programma dettagliato ma i campi di intervento saranno molti: Welfer, Ambiente, Scuola, Turismo, Sicurezza ed altro. Poi la presentazione dei candidati presenti all’incontro .“Bisognerà riorganizzare la macchina burocratica e amministrativa del comune – ha ripreso Serena Occhi – con la fusione molte dinamiche sono cambiate e quindi alcune cose vanno riviste.

Anche il rapporto con l’Unione Terre e Fiumi, che riteniamo utile e che in questi anni ha aiutato molto e tutti, deve avere una visuale diversa, come ad esempio quello della Polizia Municipale, che va riorganizzata e potenziata”.

E poi alcune rassicurazione ai cittadini dell’ex comune di Ro: ”Voglio tranquillizzare i cittadini che i servizi principali rivolti a loro saranno mantenuti, confermati. Nessuno dovrà spostarsi a Berra per dover fare un documento di identità o altro”.

Coinvolti nel dibattito anche i candidati che, durante la loro presentazione, hanno parlato del programma. Francesco Aguiari, incalzato da uno del pubblico, ha toccato e approfondito alcuni punti del programma, tra i quali il recupero di Villa Giglioli. “Potrebbe diventare un luogo di attrazione turistica ed eno-gastronomica ma anche di interesse culturale, con mostre permanenti come la civiltà contadina”.

Poi ha parlato di Capa Cologna, grande realtà cooperativistica agricola, dove è possibile avviare uno studio di fattibilità per realizzare in loco un impianto di trasformazione del mais, poi c’è l’impegno nel trovare spazi per due incubatori di impresa nel comune di Riva del Po, c’è la predisposizione di diversi ettari di terreno per realizzare un insediamento industriale, del piano regolatore, di possibili incentivi ai nascituri: un fiume in piena, con molte idee, alcune delle quali portate avanti o comunque scaturite dal Comitato durante le assemblee per il SI alla Fusione, del quale Lui faceva parte. “Tutto all’indirizzo di un aiuto concreto ai cittadini”.

Al termine la candidata sindaco ha dato l’appuntamento ai prossimi incontri, in fase di programmazione, dove sarà dato più ampio spazio al programma e agli altri candidati che faranno parte della lista.


5.4.19