Serravalle e dintorni...


BERRA, NIENTE RIPARAZIONI PER LA PROVINCIALE 12 ALLA ALTEZZA DI ALBERSANO
- PROTESTE DEGLI ABITANTI -
 


 
Berra. Fondo stradale disastrato e limiti di velocità sempre più bassi pare siano diventati la politica della viabilità dell'amministrazione provinciale. I cittadini di Berra ma soprattutto quelli di Serravalle, maggior fruitori di quel tratto di strada più disastrato, sono esasperati per le condizioni nella quale si trova la SP12: lamentele e proteste ma anche accuse sono ormai all'ordine del giorno. "Questa è la terra di nessuno perché a nessuno interessa di noi".

Il tratto in questione, quello messo peggio, si trova tra Berra e Serravalle, soprattutto tra il Santuario della Madonna della Galvana e Albersano: un centinaio di metri dove si trova un avvallamento nel mezzo della strada e la formazione di un gradone che sembra peggiorare a vista d'occhio.

Ridotti i limiti di velocità da più di un anno il tratto tra Berra e Albersano lo si può percorrere solo ai 50 all’ora, tranne il tratto più pericoloso, dove è stato imposto il limite dei 30 chilometri orari. Dopo l'ultimo incidente, avvenuto pochi giorni fa proprio nel tratto più brutto, molti automobilisti hanno fatto notare che provenendo da Berra in direzione Serravalle il cartello del limete dei 30 chilometri non esiste più (forse abbattuto accidentalmente ma sicuramente non appositamente rimosso} mentre provenendo da Serravalle esiste il cartello dei 30 chilometri, quest'ultimo parzialmente abbattuto durante l'ultimo sinistro, è poco visibile.

Pare proprio che questa strada non interessa a nessuno, sotto ogni punto di vista. "Ci hanno detto che i tecnici della provincia e quelli del Consorzio Bonifica - la strada percorre a fianco di un canale - hanno fatto diversi sopralluoghi. Ci hanno detto che sono stati approvati finanziamenti per riparare almeno questo tratto di strada. Fino ad ora un nulla di fatto". È l'ultimo amaro sfogo degli automobilisti.

La Provincia, titolare della manutenzione, aveva già spiegato che non ha denaro da investire in questo senso, avendo altre priorità, mentre le ultime notizie danno per certo che finanziamenti per sistemare questo tratto sono già stati fissati.

"Ci crediamo quando la strada sarà apposto - dicono i cittadini - vorremmo tanto che anche l'amministrazione locale facesse pressing alla provincia ma in questo periodo di transizione - il nuovo comune Riva del Po è commissariato - sappiamo benissimo che le priorità sono altre e quindi aspettiamo con ansia e speranza, quella che nel frattempo nessuno si faccia seriamente male".

(d.m.b.)

.


20.1.19