Serravalle e dintorni...BERRA

COLOGNA, DON RINO SALUTA LA SUA GENTE DOPO QUASI MEZZO SECOLO TRASCORSO INSIEME
- DOMENICA 25 NOVEMBRE 2018 -
 


 
Cologna. Dopo una vita dedicata alla Fede Cristiana, alla Sua Fede, con una permanenza di quasi mezzo secolo a Cologna, don Rino Lotto saluta e ringrazia la sua gente. Nato a Lanzè di Quinto Vicentino il 10 ottobre 1932 don Rino è entrato in seminario a Ravenna dove c’era vescovo mons. Egidio Negrin, ex parroco di Quinto, diventato nel 1952 arcivescovo di Ravenna.

Don Rino venne ordinato sacerdote a Quinto Vicentino – a memoria dell'ex parroco, poi vescovo - il 25 luglio 1959, da monsignor Salvatore Baldassari. È l'ultimo dei sacerdoti rimasti da quando c'era la diocesi di Ravenna nella pentapoli (Serravalle - Berra - Cologna - Coccanile - Ambrogio), prima che queste parrocchie passassero sotto la giurisdizione di Ferrara, nel maggio 1966.

E' stato vicario parrocchiale a S. Agata in Ravenna dal 1959 al 1964 e nel frattempo insegnante nel Seminario; successivamente divenne vicario parrocchiale a Cologna, dal 1964 al 1966, con l'arciprete don Luigi Rambaldi, e a Jolanda di Savoia dal 1966 al 1967.

Divenne poi parroco a Viconovo, nominato dal Vescovo Mosconi, e vi rimase sino al 1972. Il primo dicembre del 1972 viene trasferito come arciprete a Cologna, dove ha risieduto sino allo scorso agosto.

A seguito di un incidente domestico e dopo un percorso di parziale recupero è stato ricoverato presso la struttura protetta “Betlem” a Ferrara. Il 31 ottobre ha rassegnato all’Arcivescovo le sue dimissioni da arciprete di Cologna dopo una presenza tra questa gente per ben 49 anni.

Nel luglio del 2009 aveva ricordato tra la sua gente i 50 anni di sacerdozio e nel dicembre 2012 i 40 anni di presenza come arciprete di Cologna.

Domenica 25 novembre durante la S. Messa alle ore 11.00 nella chiesa Santa Margherita, alla presenza a nome dell’Arcivescovo il vicario generale mons. Manservigi e il vicario foraneo don Pisa, attorniato dai familiari, dai sacerdoti del vicariato e da chi più gli è stato accanto, don Rino saluterà e ringrazierà la sua gente dopo un così lungo periodo di presenza tra di loro, ma in attesa di ritornare – salute permettendo – a far festa il prossimo anno per i 60 anni del suo sacerdozio.

(d.m.b.)


20.11.18