Serravalle e dintorni...

SERRAVALLE, UN DEFIBRILLATORE A RICORDO DI FABIO E VITTORINA. CONCLUSO IL PROGETTO "CODICE BLU"
- VENERDI' 12 OTTOBRE 2018 -
 


 

 

 

 
Serravalle. "Un defibrillatore a ricordo di Fabio e Vittorina" è con questo slogan che venerdì sera a Serravalle si è chiuso il progetto "Codice Blu", lanciato lo scorso anno sulla conoscenza e divulgazione delle tecniche di rianimazione polmonare, con la presenza dei rappresentanti di tutte le associazioni che hanno aderito all'iniziativa: “Associazione Palio di Serravalle”, “Match Point Tennis”, “Berra Soccorso”, “Proloco Serravalle Insieme”, “Paese Presepio” e l’Amministrazione Comunale di Berra che, erogando un contributo, hanno consentito l’acquisto di un defibrillatore, che sarà messo a disposizione della collettività. 

“Questa iniziativa nasce dopo che il paese ha vissuto queste due tragedie – ha detto Fabrizio Ghelli, presidente del Palio di Serravalle e coordinatore del progetto –  l’obiettivo che come volontariato ci siamo posti è quello di fare qualcosa per contrastare questi avvenimenti, vista anche la collocazione geografica di Serravalle che lo rende lontano da tutte le sedi dei mezzi di soccorso.

Quindi ogni associazione al suo interno ha programmato un “Corso BLSD”, formando cosi circa 40 persone di tutte le età alle manovre di rianimazione cardio-polmonare ed all’uso del defibrillatore".

Ghelli si è poi soffermato sulla possibilità di proseguire questo progetto: ”Con l’intenzione di ripeterlo, perché ci sono altri cittadini che vorrebbero fare il corso. E quindi nostra intenzione formare altre persone, affinché i defibrillatori messi a disposizione della popolazione, naturalmente verso chi ne ha bisogno, abbiano una capacità d’uso il più ampia possibile”.

Importante intervento di Marco Orioli, Coordinatore Infermieristico Sistema Emergenza-Urgenza Sanitaria Territoriale 118 di Ferrara. “Queste sono iniziative che fanno bene al territorio, soprattutto per chi, come voi, abita in zone logisticamente svantaggiate – ha detto Orioli – un plauso va rivolto agli organizzatori ma anche a chi partecipa. Mi auguro che questa iniziativa abbia un seguito”.

Intervenuto anche il vicesindaco Filippo Barbieri, che ha ricordato le figure di Vittorina Ercolani e Fabio Zucconelli, prematuramente scomparsi per un arresto cardiaco ed un ringraziamento agli organizzatori e partecipanti.

L’assemblea si è poi spostata presso il Bar Laura, dove è stato collocato il defibrillatore, locale gestito da Vittorina per 34 anni ed ora condotto dalla figlia. Taglio del nastro e rinfresco hanno concluso la serata.

(l.c.)


13.10.18