Serravalle e dintorni...


RIVA DEL PO, FRA 47 GIORNI SCIOGLIMENTO DEI COMUNI DI BERRA E RO. I POLITICI GIA' PRONTI PER LA CAMPAGNA ELETTORALE
 


 

Berra. Mancano ancora 47 giorni allo scioglimento anticipato del Consiglio Comunale di Berra (anche il Consiglio Comunale di Ro farà la stessa cosa ) e poi il commissariamento fino a giungo, quando si voterà per le amministrative.

A quanto pare però la campagna elettorale è già iniziata. Ed allora ecco i totosindaci. Guardiamo in casa nostra: Berra. Bigoni Stefano, Grande Nord, sara sicuramente (ma in politica mai dire mai) uno dei capolista.

Non avendo più appoggi dalla Lega sta cercando alleati, che difficilmente troverà a Berra e quindi busserà alle porte di Ro. Poi c'è Simone Grandi, alleato pro-tempore alla Lega durante la campagna referendaria a favore del NO. Non è da escudere che questa alleanza si trasformi in temporanea o addirittura permanente. La Lega a Berra e a Ro ha un bel gruzzoletto di voti (alle ultime politiche a Berra è stato il primo partito e a Ro il secondo).

Poi c'è l'incognita 5stars. A Berra ha supporters ma non attivisti da garantire uno scontro elettorale ma a Ro si: vedremo. La cosa certa è che di voti ne hanno parecchi. 

Per ultimi ma non ultimi gli attuali governanti.  I due sindaci uscenti si sono già chiamati fuori. Durante la campagna referendaria passava spesso il nome: FILIPPO.  Barbieri o Parisini

In questi giorni è spuntato il nome di Roberto Contato, farmacista di Serravalle, già vicesindaco nella prima Giunta Cavallina ma di altra forza politica. Ci credo poco. Allora Barbieri rimarrà secondo in eterno? Se l'ipotesi Contato dovrebbe avverarsi (ripeto, non ci credo) non escuderei una lista propria di Barbieri.

Per ora le forze in piazza, per quanto riguarda il comune di Berra, sono queste. Ma la politica di questi ultimi 20/30 anni ha messo insieme cose che al cospetto il "Compromesso Storico" è nulla.

Ci aggiorniamo.

(dacia malanni)

 

14.11.18